Biancomangiare al cocco

Biancomangiare al cocco. E pensi: che dolce, che calorico, che stonfa che mi fa! Invece, è assolutamente un dolcetto leggero al gusto e, tutto sommato, anche per le calorie. Perché, poi no, a vederlo ci giureresti: questo è pieno di panna, per forza è buono! Invece no, tiè! Solo puro e semplice latte di cocco addensato con un pizzico di amido di mais o va bene anche la maizena.

Certo il primo si sente molto meno in bocca e rischia meno di formare ammassi di gelatina, anche se va comunque sciolto a freddo con attenzione per un biancomangiare al cocco perfetto.

Ah, dimenticavo dura in frigo 3-5 giorni tranquillamente.

biancomangiare al cocco

Biancomangiare al cocco

Biancomangiare al cocco

Ingredienti (per 4 piccoli mono porzione)

latte di cocco | 200 g
amido di mais | 5 g (2-5 grammi in più con maizena)
zucchero a velo | 30 g

Procedimento

Scaldare piano il latte di cocco tranne un cucchiaio che servirà per far addensare il biancomangiare al cocco.

Mescolare il cucchiaio di latte di cocco con l’amido e un cucchiaio d’acqua fredda, con l’aiuto di una frusta, per evitare la formazione di grumi nel biancomangiare al cocco. Più amido si mette più il composto diventa colloso, ma anche più solido in fretta. Se siete di corsa quindi aumentate l’amido, ma se volete assaggiare qualcosa di buono abbiate pazienza.

Sciogliere l’amido + cocco nel resto del latte di cocco che c’è sul fuoco. Portare ad ebollizione con fuoco medio, facendo attenzione a mescolare perché il biancomangiare al cocco non si attacchi.

Impiattare nelle scodelline o bicchierini preferiti.

Mettere il biancomangiare al cocco in frigorifero per 3-4 ore o in abbattitore Fresco per mezz’ora se si tratta di piccoli mono porzione come in foto. Potrebbe volerci di più per altre forme.

Servire il biancomangiare al cocco freddo decorato con scaglie di cocco essiccate o con frutta fresca.