Calamarata con calamari spillo

I calamari spillo sono piccoli, teneri e dolcissimi. Occcchei, non sono facili da pulire. Però ogni tanto ci si può anche applicare in fondo. In compenso cuociono velocissimi, per ovvie ragioni dimensionali. Non si può dire altrettanto della pasta, la calamarata, in genere, richiede almeno un quarto d’ora di cottura. Sempre meglio assaggiarla, perché i produttori tendono a non spaventare eventuali acquirenti con il tempo di cottura, che alle volte si avvicina più alla mezz’ora. Per esempio Garofalo, è una casa che, secondo me, ne fa di buona e si trova con facilità al supermercato. Il formato arriva, mica per niente, da Napoli, anche altre marche di Gragnano e dintorni lo producono.

Calamarata con calamari spillo

Calamarata con calamari spillo

Calamarata con calamari spillo

Ingredienti (per due persone)

pasta di semola di grano duro | 160 g
calamari spillo | 70-100 g
pomodori ciliegino | 20
basilico | qb
sale | qb
olio extravergine d’oliva | qb
aglio | qb
peperoncino| qb
vino bianco | 40 g

Procedimento

Mettere a bollire l’acqua per la pasta, salarla e cuocerla.

Pulire i calamari spillo. Togliere le interiora, eventuali cartilagini. Tenere i tentacoli che sono buoni da mangiare, non la boccuccia e la parte interna agli occhi, che, in genere, sui calamari spillo, però, non si sente nemmeno.

Tagliare i pomodorini a metà, salarli leggermente. Mettere abbondante olio su una padella, l’aglio “vestito” appena schiacciato con il coltello. Saltare velocemente i pomodori nell’olio caldo. Mettere i calamari spillo puliti e asciutti per 30 secondi, sfumare con il vino e saltare velocemente. Spegnere subito e togliere l’aglio in camicia dalla padella.

Scolare la pasta quando la cottura non è ancora completa e mancano 3 minuti. Tenere da parte un po’ di acqua di cottura con l’amido per creare un bel sughetto. Versare la calamarata nel sugo di pomodori e calamari spillo. Far saltare con l’acqua di cottura fino a che non si forma un bel puccino. Aggiungere un pizzico di peperoncino e del basilico spezzettato con le mani o tagliato con un coltello in ceramica, in modo che mantenga un bel colore. Assaggiare e aggiungere se serve sale o un pizzico d’acqua ancora, perché la pasta con i calamari spillo tende ad asciugare un pochino, se lasciata riposare.