Come cucinare pastin? Tagliatelle con polpette di pastin al sugo

Non sapete come cucinare pastin? Queste tagliatelle con polpette di pastin al sugo sono semplicissime da fare. E sono un ottimo modo per impiegare il meraviglioso pastin bellunese per un primo piatto.

Non siete di Belluno e non sapete dove acquistarlo? Allora www.pastin.it fa per voi. Ok, con un kg di pastin ci fate una pasta per una quintalata di ospiti.

Però potete congelarlo, anche se è un peccato…potete farvi un hamburger, se è appena aperto e ben conservato potete lavorarlo con un po’ di mascarpone e rosmarino e poi spalmarlo sopra un crostino.

Lo so, l’ultima suona una bestemmia ma è così che fanno in Toscana, con il tastasale, parente stretto del pastin. E non si trattano male, ve lo assicuro. E’ come la pasta del salame ma non stagionata, in fondo, se ci si pensa bene. Il salame mica si cuoce, no? A meno che non si voglia fare na luganega col scot. Ma questa è un’altra storia. 

 

cucinare pastin

 

Come cucinare pastin? Tagliatelle con polpette di pastin al sugo

Come cucinare pastin? Tagliatelle con polpette di pastin al sugo
Tempo 30 minuti
Difficoltà facile
Ingredienti (a persona)
pastin | 65 g
cipolla bianca o cipollotto | 20 g
polpa di pomodoro (passata o pezzettoni) | 125 g
sale e pepe o peperoncino | qb
rosmarino | qb
olio extra vergine d’oliva | qb
parmigiano reggiano | qb
tagliatelle all’uovo secche | 60 g
Procedimento
Preparare una pentola alta con l’acqua per la cottura della pasta e portarla a bollore.
Dividere in piccolissimi pezzetti il pastin e formare delle piccole palline a mano. Cucinare pasti su una padella antiaderente con un filo d’olio. Ne basta poco perché il pastin già rilascia il suo grasso.
Far cucinare pastin a fuoco medio girando spesso le polpettine, perché mantengano una forma rotonda.
Quando tutti i lati sono dorati, toglierle e metterle su un piatto.
Nel frattempo tagliare la cipolla sottilissima. Aggiungere nella padella antiaderente un filo d’olio e far andare piano la cipolla circa 15 minuti, meglio con un coperchio e aggiungendo un po’ di acqua calda di cottura della pasta.
Quando la cipolla è diventata trasparente versare il pomodoro. Far asciugare a fuoco medio in modo che si concentri il sugo. Poi spegnere e aggiungere le polpette preparate prima e un rametto di rosmarino.
Assaggiare e aggiustare sale e pepe o peperoncino. Nel cucinare pastin tenete presente che diventa molto più saporito, per non dire salato.
Buttare la pasta, che aumenterà notevolmente il suo volume. Far saltare la pasta nel sugo, aggiungendo acqua di cottura per amalgamare il piatto.
Grattugiare il parmigiano reggiano a scaglie grosse. Servire a piacere con una spolverata di formaggio, una grattata di pepe e rosmarino fresco.
Note: si può fare lo stesso sugo anche con il pomodoro fresco. Se fate la pasta in casa, utilizzate un 10/% di farina di riso o farina di semola di grano duro, per avere una pasta che mantiene meglio la cottura.