Come si preparano i bibanesi?

Come si preparano i bibanesi? Poche mosse e tanta pazienza. Vanno stirati uno ad uno, così come del resto succede in azienda, nella Da Re a Treviso, dove a turni di un paio d’ore circa i dipendenti eseguono proprio la stiratura, senza l’aiuto di macchine. Perché son belli anche uno diverso dall’altro. Ecco buoni come quelli che si trovano sullo scaffale è impossibile farli. Almeno io non ce la faccio. Giusto per capire che lavoro c’è dietro e per divertirsi un po’ ecco come si preparano i bibanesi.

come si preparano i bibanesi

Come si preparano i bibanesi?

come si preparano i bibanesi

Ingredienti

farina 0 | 500 g

acqua | 250 g

malto d’orzo | 30 g

lievito | madre 7 g appena rinfrescato o 3 g di birra secco

strutto | 50 g

olio extra vergine d’oliva | 60 g

sale fino | 1 cucchiaino

semi di sesamo | qb

Procedimento

Lavorare la farina, con l’acqua, il malto e il lievito. Aggiungere poi il sale, poi piano poco alla volta l’olio e lo strutto. Trasferire l’impasto su una ciotola di plastica unta. Coprire con la pellicola o con un panno umido.

Lasciare lievitare l’impasto per un paio d’ore in un luogo caldo e umido, non ventilato.  Infilare l’impasto in frigo per 18 ore. Piegare la pasta di tanto in tanto per dare struttura all’impasto. Rinvenirlo per altre due ore in un luogo al massimo a 30°C e dare forma ai bibanesi.

Come si preparano i bibanesi? Bisogna standere un rettangolo alto circa 1,5 cm, solo con l’aiuto delle mani e di un po’ di olio di semi. Vanno tagliate sul lato corto strisce larghe circa 1,5 cm. Vanno tagliate le strisce della lunghezza desiderata per il grissino, circa 4-5 cm.

Bisogna, poi, stirare con le mani ciascun grissino facendo rotolare sotto le mani la pasta. La mano destra deve muoversi  avanti, la sinistra indietro o viceversa. Si applica una sorta di torsione sulla pasta. Il ripiano va spolverato di tanto in tanto con i semi di sesamo. Nel mio caso erano neri, perché non avevo altro in casa.

Dopo essere formati, hanno bisogno di un riposo di circa un’ora.

Si cuociono in forno a 200 gradi per circa 15 minuti. Vanno fatti raffreddare per eliminare l’umidità su una grata. Se eliminata tutta, si possono conservare in una scatola di latta fino a 3 settimane.