Coniglio ai peperoni

Ricetta giusta per la domenica, quando si ha un po’ di tempo in più per cucinare e perfetta per le prime giornate autunnali, visto che le verdure estive incontrano la carne in umido, ottima con la polenta. Il consiglio è quello di cercare i friarielli, cioè quel tipo di peperone con la buccia fina, in modo da evitare di dover togliere la pellicina che li rende più pesanti e meno digeribili. Nel caso non li trovaste, infilate i peperoni in forno a 180 gradi per un quarto d’ora e ancora caldi metteteli in un sacchetto del pane a raffreddare un pochino. Poi togliete la pellicina e curateli togliendo i semi piccanti e la parte bianca interna, che è amara.

Ingredienti

1 coniglio a pezzi
mezza cipolla bianca
rosmarino, timo, maggiorana
60 dl di prosecco o altro vino bianco
3 peperoni dalla buccia sottile
acqua

Procedimento

in un tegame basso e largo preferibilmente di alluminio scaldate tre cucchiai d’olio e mettete a rosolare il coniglio in pezzi. Tutte le parti devono toccare il fondo della pentola. Appena si sono dorate, da una parte e dall’altra, aggiungete a fuoco basso la cipolla tagliata in piccoli pezzi e fate andare ancora qualche minuto. Poi versate il vino e fate andare a fuoco lento fino a che non evapora. Aggiungete i peperoni friarielli, fateli appassire appena (se avete quelli cotti e pelati aspettate invece metà cottura della carne), poi salate, pepate, aggiungete gli aromi e acqua calda fino a coprire quasi completamente tutto ciò che sta in pentola. Mettere il coperchio socchiuso e far sobbollire lentamente per circa un’ora. La cottura dipende molto dalla carne acquistata. Assaggiate ed eventualmente se fosse necessario aggiungete ancora altra acqua.