Crostata crema limone

Ricetta rigorosamente alto-atesina, quindi burrosa, ergo buonissima questa crostata crema limone. Di questa ne mangerei a tonnellate, un vizio che mi porto dentro dall’università, quando al piano di sopra di un condominio fiorentino una bionda ragazza sfornava questa crostata crema limone fatta dalla sua mamma in Val Gardena originariamente. Certo la mia foto non ha nulla di paragonabile rispetto al suo talento, ma diciamo che almeno rende l’idea di ciò che si ottiene con questa ricetta crostata di crema al limone.

crostata crema limone

Crostata crema limone

Crostata crema limone
Ingredienti

Per la pasta frolla

farina | 200 g
burro | 120 g
zucchero | 80 g
fecola | 35 g
2 tuorli o un uovo intero
vaniglia

Per la crema limone

latte | 500 g
panna | 300 g
zucchero | 250 g
farina | 70 g
6 tuorli o 3 uova intere
2 limoni buccia gratuggiata e succo

Procedimento

Amalgamare tutti gli ingredienti della pasta, partendo da zucchero e burro e fare attenzione a non scaldare troppo l’impasto. Lasciare riposare prima di stendere tra due fogli di carta forno, se necessario o, comunque, fare rilassare la pasta per la crostata crema limone già stesa in frigorifero prima di cuocerla.

Per la crema limone mettere in un pentolino tutti gli ingredienti, potare a bollore mescolando con una frusta, far bollire per mezzo minuto. Solo alla fine aggiungere i limoni in buccia e succo. Far raffreddare. Stendere la pasta su una teglia  con diametro di 25 cm e riemepire con la crema fredda. Infornare a 170°C per una mezz’ora.

Si può sostituire la farina con dell’amido di mais e di riso per ottenere una crema meno pesante, ma ne basta una dose poco superiore alla metà (se mettete solo tuorli anche la metà).