Crumble al philadelphia, mele, pere e mirtilli

Tipico esempio di quel che avanza in frigo, questo crumble è fatto anziché con il classico burro, con il philadelphia. Potete utilizzare allo stesso modo qualunque altro formaggio molle. Per redere più croccante la panatura (il crumble per l’appunto) c’è anche un filo di farina di mandorle. E’ un dolce veloce e light dai colori autunnali, giusto per la prima serata in compagnia della pioggia. Se non avete in congelatore i mirtilli, potete utilizzare anche la marmellata.

Crumble al philadelpia, mele, pere, mirtilli

Ingredienti (per due persone)

farina | 50 g
farina di mandorle | 70 g
zucchero di canna | 40 g
philadelphia | 50 g
sale | qb
mele rosse | 2
pera abate | 1
mirtilli | una manciata

Procedimento

Tagliare la frutta a pezzettini da circa 2 cm. Riporla su una pirofila di pyrex o di ceramica. Aggiungere i mirtilli. Mescolare tutto bene con le mani.

Su una ciotola mettere le farine, una presa di sale e lo zucchero. Aggiungere a piccoli tocchetti il philadelphia e lavorare con le dita sbriciolando l’impasto, che deve risultare granuloso a tratti grosso a tratti come briciole.

Porre il crumble sopra la frutta (circa 4 cm di spessore in tutto) fino a nasconderla e cuocere il tutto in forno ventilato per una ventina di minuti.

Servire tiepido. Chi è a dieta non legga: la morte sua sarebbe la panna…ma a quel punto meglio aggiungere anche il burro al posto del philadelphia.