Un dolce con farina di mais: i patugoi moderni

Patugoi è termine tipicamente veneto, non so cosa cavolo significhi letteralmente – ammesso che significhi – cerco lumi, ma indica un dolce con farina di mais. In altre regioni pare si chiamino pestarelli, ma c’è chi sostiene che i patugoi hanno solo farina di mais, mentre gli altri anche quella di grano.

Patugoi sarebbe a dire, comunque, polenta morbida calda a cucchiaiate, storicamente abbinata con il latte appena munto freddo. sa che, purtroppo, per quanto esistano anche i distributori automatici, oggi è alquanto dura da riprodurre. Tuttavia, seguendo Anice e Cannella, ho scoperto un’interessante idea, la mappa dei luoghi dove si può trovare latte crudo, che può suggerire, su tutta Italia, i luoghi dove reperire la materia prima.

Sì perché non è che c’è molto altro: polenta e latte. Dunque, non si può tanto imbrogliare. Sarebbero una sorta di dolce farina di mais ante litteram. Anche se, in realtà, io ho aggiunto qualche scorzetta di mandarino fresca grattugiata con la microplane e un pizzico di zucchero a velo. E’ un dolce semplicissimo che si prepara davvero con poco sforzo. Tutti lo possono mangiare, quasi fosse un semolino. Toglie, insomma, la voglia di dolce a fine pasto, senza appesantire.

Dolce con farina di mais i patugoi
Ingredienti (per due persone)

farina di mais polenta (possibilmente sponcio o storo) | 80 g
latte crudo | 200 g
mandarino scorza bio | qb (opzionale)
zucchero a velo | 2 cucchiaini
sale | qb

Procedimento

Portare ad ebollizione l’acqua (il 20% in più rispetto a quella indicata nella confezione, con le dovute proporzioni, perché varia da farina a farina).

Mettere un abbondante pizzico di sale all’interno, versare la farina da polenta e mescolarla con la frusta. Cuocerla almeno 40-45 minuti. E’ abbastanza liquida quindi non ha bisogno di essere mescolata tanto spesso.

A cottura ultimata aggiungere alla farina lo zucchero a velo, un pizzico di scorza di mandarino, o altri aromi, come la vaniglia se piacciono di più e servire con il latte fresco. Questo dolce con farina di mais mangia mescolando un cucchiaio di polenta calda con il latte freddo.