Frittata bruscandoli e ricotta

Frittata primaverile con un po’ di erbe nostrane. Bruscandoli, anche detti asparagi selvatici oppure luppolo, sebbene abbiano un gusto tutto loro difficilmente classificabile. Crescono sulle rive del Piave, o almeno io li raccolgo lì, ma si trovano anche nei supermercati più forniti, con i primi caldi tra aprile e maggio, sul banco delle insalate.

In questa ricetta frittata bruscandoli e ricotta c’è un po’ di tutto: proteine delle uova, del latte e le verdure. Va bene per un pasto completo e veloce ma anche per fare un insolito antipasto tagliando a losanghe (rombi) la frittata bruscandoli e ricotta e servendola tiepida. La ricotta la rende morbida la frittata bruscandoli, ma si può anche sostituire con altri formaggi volendo.

Frittata bruscandoli e ricotta

Frittata bruscandoli e ricotta

Frittata bruscandoli e ricotta

Ingredienti (per una frittata da 8 cm)

uova | 3 grandi
ricotta | 100 g
bruscandoli (asparagi selvatici) | 150 g
parmigiano reggiano grattugiato  | 2 cucchiai
sale e pepe | qb
coriandolo | qb
olio extravergine d’oliva | 2 cucchiai

Procedimento

Sbattere le uova con la ricotta, il parmigiano, gli aromi per insaporire con una frusta.

Lavare bene i bruscandoli. Tagliarli in 3 cm circa e unirli al composto di uova.

Bruscandoli, asparagi selvatici, luppolo selvatico

Scaldare una padella antiaderente con l’olio per versare la frittata bruscandoli e ricotta. Quando è calda mettere il liquido in padella e cuocere con il coperchio piano fino a che non sarà quasi completamente rappresa. Meglio, potendo mettere anche un  coperchio leggermente aperto in cima, in modo che si rapprenda anche la parte alta piano piano.

Girare la frittata bruscandoli e ricotta rovesciandola sul coperchio e facendola scivolare di nuovo in padella per cuocere la parte restante. Per cuocere la frittata bruscandoli e ricotta bastano 5-7 minuti per parte.

Lasciare raffreddare la frittata e tagliarla poi con un coltello appuntito. Servire la frittata bruscandoli e ricotta appena tiepida.