Gelato in casa senza panna? Sì, con il latte di cocco

Gelato in casa senza panna? Sì, si può con il latte di cocco. E un po’ di frutta. A scelta. Qui la semplicissima ed esotica versione del gelato ananas cocco. Un di più: con questa ricetta del gelato in casa senza panna, non serve la gelatiera. Viene bene anche con altri frutti dalla polpa densa.
Ovviamente non è quel gelato che resiste 10 minuti a 40°C . No, è un sorbetto rinfrescante, che si scioglie in bocca proprio come un gelato e ha pochissimi grassi e calorie. Non serve andare in gelateria, si può fare in pochi minuti con un mixer ad immersione e “Zac!”, mangiare appena congelato. Più le porzioni sono piccole, prima è pronto.

gelato in casa senza panna

Gelato in casa senza panna

Gelato in casa senza panna
tempo: 10 minuti più il congelamento

Ingredienti

per 4 persone

ananas | 450 g
latte di cocco | 60 g
sale | 1 pizzico
zucchero | 2 cucchiai
1 cucchiaio di succo di limone

Procedimento

Pelare l’ananas. Tagliarlo in piccoli pezzi. Metterlo in un contenitore all’interno del congelatore e lasciarlo fino a che non è ghiacciato. Serve a rendere le sue fibre morbide e più segoso il gelato in casa senza panna.

Mettere l’ananas nel mixer a coltello o a immersione, il succo di limone e lo zucchero. Azionare e spegnere ripetutamente. Aggiungere piano piano il latte di cocco a temperatura ambiente. Mescolare fino ad ottenere una crema omogenea e soffice. Ci vogliono circa 4 minuti.

Servire il gelato in casa senza panna di ananas e cocco freddo, decorato a piacere, ad esempio, con menta e cocco rapé tostato, come in foto.

Attenzione, se si tiene in freezer per diversi giorni, è bene toglierlo dal congelatore 15 minuti prima di servirlo. Se lo si mangia in poche ore, invece, è abbastanza semplice ricavare delle porzioni anche da una vaschetta.

Ogni freezer, in base alla quantità di prodotto gelato in casa senza panna, darà tempi diversi di realizzazione del gelato. Con queste quantità e 1 ora e mezza di congelatore io riesco ad ottenere un buon risultato. E’ bene fare un test con le proprie apparecchiature prima di offrire il tutto agli ospiti 😉