Gnocchi di pane e spinaci con ricotta affumicata

La ricetta è molto dolomitica: a dare la svolta è la ricotta affumicata, possibilmente di malga. Nel sito dei formaggi e dei sapori delle Dolomiti Bellunesi ne trovate un vasto elenco, a me piacciono quella di malga Misurina e di Sant’anna. Questi gnocchi, però, sono ottimi anche con un buon sugo di pomodoro o con burro e parmigiano. E sono ovviamente una ricetta da riciclo, per far fuori il pane che avanza. Ora che arriva la bella stagione e le erbe iniziano ad avere sapore sono anche un gran modo per far mangiare un filino di verdura a chi la odia.

Ingredienti (per due persone)

spinaci già lavati e sbollentati | 300 g
pane raffermo | 180 g
farina 00 | 100 g
sale e pepe | qb
parmigiano reggiano grattugiato | 40 g
uovo | 1 piccolo
latte | 200 g
burro | 30 g
ricotta affumicata | 30 g 

Procedimento

Bagnare il pane a piccoli pezzi su una ciotola con il latte e lasciare riposare 20 minuti fino a che non diventa morbido. Strizzarlo per togliere l’eccesso. Tritare gli spinaci e amalgamarli al pane.

Aggiungere anche farina setacciandola (non tutta, 30-40 grammi serviranno più avanti) , sale e pepe, il parmigiano e l’uovo. Mescolare bene.

Stendere la farina restante e aiutandosi con un cucchiaio formare delle palline d’impasto. Passarle velocemente nella farina.

Cuocere i gnocchi di pane in acqua bollente leggermente salata. Ci vorranno a seconda delle dimensioni dai 5 ai 10 minuti. Non sono pronti quando vengono a galla. E’ bene buttarne e tagliarne uno per accertarsi della consistenza e della cottura.

Saltarli nel burro fuso caldo e servire con una grattata di ricotta affumicata.