Gnocchi zucca e patate con carciofi e coda di rospo

D’accordo gli gnocchi non li ho fatti io. Però non sempre si può avere tanto tempo da spendere in cucina e ormai anche quelli confezionati non sono più autentici sassi con i quali ammazzare qualcuno, quindi ogni tanto uno strappo si può fare, no? Il sughetto con pesce e carciofi in ogni caso rende particolare anche il più banale gnocco. Eccovelo!

Ingredienti (per due persone)

250 grammi di gnocchi di zucca e patate
2 carciofi
1 coda di rospo di media grandezza
cipolla bianca
olio extravergine d’oliva
sale
pepe

Procedimento

Mondare i due carciofi. Togliere le foglie esterne il fieno (se c’è) all’interno e pelare il gambo, tagliare a strisce sottili e mettere in una padella con un pochino di cipolla bianca a pezzettini. far saltare i primi 5 minuti a fuoco vivace poi aggiungere un quarto di bicchiere d’acqua, coprire, salare, pepare e lasciare stufare.
Mettere a bollire l’acqua.
Pulire la coda di rospo dalla pellicina esterna e fare dei filetti partendo dal centro (dove si trova una maxi lisca). Tagliare a quadratini. Su una padella rosolare a fuoco vivace pochi minuti fino a che non si saranno dorati i pezzettini. Se si forma dell’acqua biancastra, versarla nei carciofi e proseguire la cottura.
Salare l’acqua e buttare gli gnocchi. Controllare che sia passato il tempo di cottura (non basta che vengano a galla a dispetto di quanto comunemente si dice), unirli ai carciofi ancora umidi e saltarli. Aggiungere un filo d’olio e la coda di rospo e saltare ancora, se serve aggiungendo dell’acqua perché non si secchino. Aggiustare eventualmente di sale e pepe e servire.