Gnocchi zucca senza patate

Ci sono sapori che ti porti dietro dall’infanzia non a caso questi sono gnocchi di zucca alla bellunese. Questo, dei gnocchi zucca senza patate, per me è uno di quelli. Sono teneri e morbidi, facili da fare senza impiastricciare le mani, né il piano di lavoro. Si sciolgono in bocca e possono essere sia un ricco pranzo domenicale, sia un piatto da ogni giorno.

In più, questi gnocchi zucca senza patate si possono preparare con un certo anticipo, il che non guasta, a patto di aggiungere un pizzico di farina se passa qualche giorno. Uno o due giorni massimo s’intenda, poi l’impasto con uova e zucca naturalmente inizia ad ammuffire. Meglio tenere in frigo quelli cotti se i tempi si allungano. Solo uno è il diktat sul quale non si può transigere: la zucca deve essere buona perché questa ricetta ne mette in evidenza tutto il sapore.

gnocchi zucca senza patate

Gnocchi zucca senza patate

Gnocchi zucca senza patate

Ingredienti

zucca pulita e cotta al forno a 150°C | 100 g
uova | 1
farina 00 | 30 g
noce moscata
sale
burro, salvia e parmigiano reggiano per il condimento

Procedimento

Tagliare a pezzettoni la zucca senza pelarla. Metterla in forno, coperta con dell’alluminio e con una piccola bacinella di acqua ( o un po’ di vapore) sul fondo. Far cuocere per 40 minuti circa.

Piccola parentesi per ottenere ottimi gnocchi zucca senza patate: se si ha fretta vanno bene pezzi più piccoli o la pentola a pressione con l’accessorio vapore, bisogna però poi fare attenzione che non assorbano troppa acqua e asciugare la polpa cuocendola qualche minuto a fuoco medio fino ad ottenere una purea concentrata ed asciutta.

I gnocchi di zucca alla bellunese richiedono di schiacciare la zucca con il passapatate, per mantenere una consistenza più soffice, aggiungere l’uovo ( o le uova una alla volta), una grattata di noce moscata, un pizzico di sale, poi mescolare bene. Aggiungere, infine, la farina, meglio se setacciata.

Qui viene il bello. Dire quanta ce ne va sugli gnocchi zucca senza patate è un po’ un problema, non è possibile quantificarla a priori. Dipende dal tipo di zucca (storicamente negli gnocchi di zucca alla bellunese è quella santa verde, ma va benissimo quella lunga gialla mantovana) e dalla cottura alla quale la si sottopone (sconsigliatissima la bollitura perché le fa trattenere troppa acqua e diventa insapore negli gnocchi). Deve venire più o meno una consistenza come nella foto.

Far bollire una pentola alta con acqua calda. Bagnarvi un cucchiaio (per evitare che l’impasto si appiccichi lì e non voglia più andarsene) e iniziare a versare il composto a cucchiaiate. Va riempita circa la metà del cucchiaio.

Far cuocere gli gnocchi zucca senza patate 5-10′, anche qui i tempi sono circa perché tutto dipende da quanto grandi li fate. Se sono piccoli quando vengono a galla possono essere già cotti, altrimenti non è detto, perché a farlo andare a galla sono semplicemente le particelle dell’uovo che si gonfiano.

Il consiglio è quello di fare una prova prima per testare consistenza e grandezza utili ad ottenere un buon risultato. Per grandi quantità meglio farne pochi alla volta e lasciarli su una pirofila calda in forno. Condire gli gnocchi zucca senza patate con burro e salvia e, alla fine una grattatina di parmigiano  o, come in questo caso, in versione light con dei funghi chiodini saltati in padella con olio, burro e prezzemolo. Gli gnocchi di zucca alla bellunese prevedono, invece, la ricotta dura affumicata.