Maionese di soia

La maionese di soia me l’ha fatta scoprire in tempi non sospetti la mitica Palma D’Onofrio.

Ed è una di quelle cose che è entrata a fare periodicamente parte dei piatti che si fanno in casa. E’ talmente facile e versatile che c’è arrivata alla maionese con latte di soia Benedetta Parodi.

Serve solo un mixer a coltello o a immersione per farla, anche se con lo strumento per montare  la maionese di soia bimby si può fare pure lì. Non c’è bisogno di riscaldarla. Si fa anche a freddo. Anche se a temperatura ambiente o a caldo incorpora aria più velocemente.

La maionese con latte di soia non ha bisogno di grandi spiegazioni o dosaggi. Per tutte le maionese ketchup latte di soia bisogna, però, avere un latte di soia non zuccherato.

La ricetta maionese di soia è semplice:

il peso dell’olio di semi (d’arachide possibilmente), deve essere 3 volte quello del latte circa. Si monta con il coltello che gira incorporando poco per volta l’olio. Fine. Se la volete bianca.

Però è bello aromatizzarla. La ricetta maionese con latte soia si presta ad essere personalizzata in base ai gusti di ciascuno e alla pietanza da abbinare. Alcuni esempi: potete inserirci alla fine pezzettini di barbabietola rossa, pezzettini di curcuma fresca (o polvere della stessa), zenzero, erbe aromatiche come basilico, rosmarino, salvia o, se volete un gusto “cetriolato”, la borragine come in foto.

maionese di soia

A cosa abbinare la maionese latte soia?

A pesce bollito in un brodo vegetale. Per esempio il palombo possibilmente nostrano o altri pesci a carne bianca. Con il pesce ci sta bene anche mango, passion fruit e la frutta in generale.

Oppure a carni bianche bollite come tacchino o pollo in un brodo vegetale. Sono carni che, di norma, tendono a seccarsi ed essere stoppose. Bollite ed abbinate ad una maionese alla soia all’arancio, al limone o agli spinaci diventano succosissime e golose.

Nulla vieta anche la carne rossa. Se manca la mostarda o non avete voglia di fare la salsa verde la maionese latte di soia con il prezzemolo e un acciuga è buona e molto veloce da fare.

Maionese di soia ricetta aromatizzata: alcune accortezze

Quando fate la maionese di soia colorata, in alcuni casi quando la frutta o la verdura aggiunte sono acquose è bene, per avere la giusta consistenza, mettere anche un po’ di olio in aggiunta. Lo si vede ad occhio perché la maionese soia torna ad essere bella densa e lucida.

Se utilizzate foglie verdi o erbe aromatiche è bene prima sbianchirle. Ovvero farle bollire due minuti per fermare il colore in acqua (c’è chi ci mette anche un pizzico di sale e zucchero) e catapultarle subito in acqua fredda e ghiaccio. Poi strizzate vanno inserite nella maionese già montata. Anche qui aggiustando la quantità di olio a filo fino alla consistenza desiderata per la vostra maionese senza uova con latte di soia.

Se volete fare una sorta di ketchup provate con triplo concentrato, qualche goccia di salsa barbecue e se serve un pizzico di aceto.

Non solo soia…

La maionese senza uova e senza latte di soia esiste. Si può tranquillamente usare il latte di mandorla o altra frutta secca oppure l’acqua faba, cioè il residuo d’acqua di cottura cottura dei legumi.

Che latte o che acqua faba? Non tutto quello che si trova in commercio è ideale. Se l’acqua è preponderante in etichetta lasciate perdere: non monterà.

Vale per la maionese vegana senza latte di soia e, a dire il vero, anche per quella con la soia. Avendo due o tre ingredienti bisogna che siano buoni e concentrati.

Non trovate il prodotto che fa per voi in commercio? Createlo!

Soluzione a) Prendete le mandorle/noci/nocciole le frullate insieme all’acqua. Lasciate lì un paio d’ore o anche una notte e poi filtrate con un colino o una garza.

Soluzione b) Lasciate le mandorle/noci/nocciole in ammollo una notte e poi con l’estrattore lento di succhi, ricavate il latte.

Soluzione c) Per l’acqua faba, in genere quella contenuta nelle lattine con i legumi prelessati già pronte monta. Solo che è piuttosto salata. Se dovete farla voi prendete 100 g di ceci già ammollati (sono quelli col gusto e colore più neutro, ma vanno bene anche i fagioli) e 260 acqua. Fate cuocere lentamente per un paio d’ore con pochissimo sale.