Mangiare a Cortina D’Ampezzo

Parlo sempre di posti lontani, di viaggi o di ricette fatte in casa. Però non è che nei dintorni dove vivo ci siano mica brutti posti. E’ che ci fai l’abitudine. In vacanza sembra tutto più bello, più interessante. La vicina perla delle Dolomiti, Cortina D’Ampezzo, comunque, tanto per dirne una, offre sempre spunti interessanti per i goderecci, anche se certo non sempre a buon mercato, perché anche il nome ha il suo prezzo 😉

Avevo promesso che qualcosa avrei scritto su questi luoghi e periodicamente, appena avrò un po’ di tempo, qualche post stile viaggio apparirà con i locali che più apprezzo qui intorno da brava food blog bellunese.

Comincio da dove mangiare a Cortina D’Ampezzo. Ecco un rifugio, l’Averau, che è molto più di un rifugio, per dirla tutta. Non aspettatevi solo semplice polenta e funghi, perché qui si può mangiare anche il foie gras, con vista sul Civetta e Marmolada, oltre naturalmente alla slurposissima torta alla ricotta e frutti di bosco che vedete in foto. Buonissimi anche i cappelli d’alpino ripieni di formaggio e noci, con pomodoro e timo. Ovviamente il reportage è estivo, ma anche d’inverno lo spettacolo è assicurato.

Mangiare a Cortina

Si arriva su a oltre 2400 metri a piedi con una camminata di un’ora e mezza oppure comodamente in seggiovia, bastano 10 minuti. Intorno non mancano ferrate e ferratine, luoghi dove arrampicare (non è il mio caso) o camminare. Nel rifugio c’è anche modo di dormire, con docce, acqua calda e tutti i comfort, per chi volesse godersi magari un’alba da restare a bocca aperta. Non solo mangiare a Cortina D’Ampezzo, ma pure restare incantati davanti al paesaggio.

Mangiare a Cortina D'Ampezzo

Poco più sotto anche il rifugio passo Giau, offre strudel deliziosi, ottimi piatti caserecci, con un servizio veloce e puntuale e una vista bucolica da paura con mucche al pascolo e tutto intorno le cinque torri. Ci si ferma comodamente in auto, anche per dormire oltre che per mangiare a Cortina D’Ampezzo. Il Giau dimenticavo di dire, collega Cortina con Colle Santa Lucia e Caprile, quindi diciamo il Cadore con l’Agordino in pratica ed è il posto giusto per gli appassionati di due ruote (sia che vogliano comodamente andare in moto, sia che vogliano faticare in bici).

Beh nei dintorni c’è anche un altro posticino adorabile dove si mangia benissimo, il rifugio Piezza, ma appena mi capiterà l’occasione di andarci non mancherò per completare questo post su dove mangiare a Cortina D’Ampezzo.