Pane “semo”

Questo è un pane casalingo integrale, pieno di semi, per questo “semo”, che in bellunese vuol dire effettivamente scemo. Sì perché è davvero una bazzecola farlo. Mi scuserete per la foto un po’ mossa, fatta al volo, ma rende l’idea. Nella ricetta originale ci va parecchia acqua, ma cuocendolo su una forma di silicone, ho notato che tende a trattenere un po’ troppa umidità. Nel caso quindi togliete dalla ricetta circa 40 grammi d’acqua se avete la mia stessa intenzione.

Ingredienti

farina per pane 0 oppure manitoba | 200 g
farina integrale | 200 g
acqua | 280 g
sale | 1 cucchiaino
semi di zucca, sesamo, girasole | 70 g
lievito naturale secco | 15 g
olio extravergine d’oliva | 1 cucchiaio
semola di grano duro rimacinata | qb

Procedimento

Lavorare farina e 150 grammi di acqua. Lasciare riposare mezz’ora in luogo coperto al riparo da correnti.

Aggiungere l’acqua restante (altri 130 grammi), l’olio e il sale. Lavorare fino ad ottenere una palla liscia che si stacca dalle pareti.

Pestate i semi di zucca dentro un bicchiere perché altrimenti restano troppo grossi. Aggiungete a piacere altri semi. Versateli nel pane e fate andare l’impastatrice di nuovo fino a che non li avrà assorbiti.

Mettete il composto su una teglia con carta da forno per farne una pagnotta o in altre forme a piacere. Cuocere da forno freddo a 120°C con umidità (se non avete un forno a vapore va bene una ciotola in ceramica con mezzo bicchiere d’acqua). Tenere questa temperatura per 15 minuti. Non aprire mai il forno. Portare la temperatura a 160 gradi per un altro quarto d’ora e poi finire con una doratura a 180 gradi per 10 minuti. Questo processo di cottura aiuterà ad ottenere il pane con una crosta morbida.