Panna cotta yogurt fragole

La panna cotta è il mio dolce prediletto. Questa è una versione, leggermente meno pannosa, ma ugualmente, anzi, forse, più buona della classica. La nota acidula dello yogurt e delle fragole la rende davvero irresistibile. Sarà che c’ho proprio un debole, per l’appunto.

Sopra alla panna cotta, servita in vasetti individuali, ci si può mettere qualche cubetto di frutta fresca, fragole per restare in tema, o, come ho fatto in foto, anche dell’ananas caramellato leggermente in padella per pochi minuti con dello zucchero di canna. Non è semplicissimo da mangiare se la parte superiore è stretta. Quindi, calcolate di non mettere troppa panna cotta la momento dell’impiattamento, se volete poi aggiungere la frutta sopra. Non tutta la frutta è uguale. L’ananas, ad esempio, come kiwi o papaya tende a sciogliere la gelatina, anche se non è caldo, ma ha un effetto di piacevole scioglievolezza in bocca.

La panna cotta yogurt e fragole ha una consistenza vellutata e morbida. Per realizzarla si usa un po’ meno gelatina di quella normale. Prendo quella in polvere solubile anche a freddo, che è più semplice da usare, nel senso che si scioglie con più facilità, ma si possono usare anche normalissimi fogli di colla di pesce, 6 circa.

Panna cotta yogurt fragole

Panna cotta yogurt fragole

panna cotta yogurt fragole

Ingredienti (per 10 monoporzione circa)

panna | 180 g
latte | 130 g
yogurt alla vaniglia | 110 g
purea di fragole | 200 g
gelatina in polvere | 10 g
zucchero a velo | 60 g

Procedimento

Per la purea di fragole, mettere circa 180 grammi di fragole con 4 cucchiai di zucchero in un pentolino, come per fare una marmellata. Far ammorbidire la frutta e addensare leggermente lo zucchero per circa una decina di minuti. Passare tutto al frullatore o con il mixer ad immersione. Deve risultare un composto piuttosto denso che scende a fatica dal cucchiaio. Se non è così far bollire ancora qualche minuto.

Scaldare piano il latte e la panna, facendo attenzione che non brucino fino al bollore.

Sciogliere la gelatina in polvere in un paio di cucchiai d’acqua che aiuterà la panna cotta yogurt e fragole ad avere la giusta consistenza.

Quando latte e panna stanno bollendo aggiungere lo zucchero setacciato, la gelatina sciolta e mescolare tutto con una frusta. Spegnere il fornello.

Aggiungere a cucchiaiate la purea di fragole tiepida e lo yogurt. La panna cotta yogurt fragole è praticamente pronta.

L’ultimo passaggio è l’impiattamento, in vasetti ben puliti di vetro o in bicchierini di plastica o ancora in formine d’alluminio. Nel caso di voglia rovesciare per servire sul piatto la panna cotta yogurt fragole, meglio bagnare gli stampini, che comunque non devono avere forme arzigobolate. Servirà passare leggermente con il coltello sul bordo prima di estrarre la panna cotta yogurt fragole.

Serve una notte intera di riposo per la giusta consistenza, o almeno un’oretta nell’abbattitore domestico Fresco di Irinox.