Pasta gamberi e pesto

Pasta gamberi e pesto è un abbinamento fantastico. Non mi è dato sapere quale genio della cucina l’abbia inventato. In ogni caso replicarlo è sempre una soddisfazione. Non solo da caldo, perché questa pasta gamberi e pesto  è buonissima anche fredda, anche se in tal caso è bene aggiungere un po’ di acqua fredda perché la pasta non assorba il sugo.

Pasta gamberi e pesto

Pasta gamberi e pesto

Pasta gamberi e pesto (per una persona)

Ingredienti

pasta corta tipo fusilli | 80 g
olio evo |  qb
sale e pepe | qb
gamberi o mazzancolle freschi | 5
foglie di basilico| 25 g
ghiaccio | 1 cubetto
pinoli | 20 g
aglio | 1 spicchio piccolo
parmigiano reggiano (anche 1/2 pecorino se l’avete) | 10 g

Procedimento

Lavare foglie di basilico e farle asciugare per realizzare il pesto.

Tostare leggermente i pinoli su una padella antiaderente e farli raffreddare.

Pulire i gamberi. Se sono freschi ed interi, teste e carapaci sono ottimi per realizzare un sugo di pesce.
Va tolto preferibilmente il filo nero in cima, che sarebbe l’intestino e può contenere sabbia per non ritrovarselo nella pasta  gamberi e pesto.

Togliere i pinoli dalla padella e nella stessa versare un filo d’olio extravergine d’oliva. Scaldarlo.

Rosolare 1 minuto per parte i gamberi. Non di più. Appena cambiano colore sono già ottimi per la pasta gamberi e pesto

Su un mixer tritare il parmigiano reggiano, mescolato con metà pecorino, potendo (io non lo avevo), per rispettare la ricetta originale del pesto genovese.

Se avete un mortaio procedete con quello. Altrimenti inserite nel mixer i pinoli, le foglie di basilico, due cucchiaiate d’olio extravergine d’oliva, il ghiaccio , per mantenere il colore del pesto. Miscelate e se serve aggiungete altro olio per ottenere un pesto cremoso.

Mettere nel pesto uno spicchio d’aglio per insaporire. Da togliere, poi, al momento del servizio della pasta gamberi e pesto.

Cuocere la pasta in un litro circa di acqua salata (10 g sale grosso). Scolarla, tenere da parte, comunque, un bicchiere d’acqua di cottura. Fuori dal fuoco, sulla pentola calda aggiungere il pesto e i gamberi alla pasta. Tenere qualche gambero da parte per la decorazione. Mescolare la pasta aggiustando la consistenza con l’acqua di cottura e servire la pasta gamberi e pesto in tavola. La pasta gamberi e pesto fredda è pure buona, ma è bene tenere la pasta 2 minuti più al dente e se si vuole tenere il pesto di colore verde brillante aggiungere direttamente acqua fredda.

Ci sta pure se l’avete qualche cubetto di pomodoro, precedentemente spellato con l’aiuto di acqua bollente e privati dell’acqua di vegetazione e dei suoi semini.