Pasta con pesto pomodori secchi e mandorle

La pasta pesto pomodori secchi e mandorle è di una semplicità disarmante. E’ la pasta di fine estate: usando una pasta di pomodori secchi i tempi si abbreviano. Questo sugo ha il plus che si conserva anche una settimana in frigo in contenitore chiuso con abbondante olio. E’ buonissimo anche su una fetta di pane abbrustolita.

pesto pomodori secchi e mandorle

Pasta pesto pomodori secchi e mandorle

pesto pomodori secchi e mandorle
Ingredienti

difficoltà facile

tempo 15 minuti
ingredienti (per 2 persone)
pasta secca | 130 g
pomodori secchi | 3/4
mandorle | 35 g
acciuga sott’olio | 2
olio extravergine d’oliva | qb
origano e/o basilico | qb
Procedimento
Ammollare il pomodoro secco se non è sott’olio.
Tritare le mandorle per il pesto pomodori secchi e mandorle. Tostarle su una padella antiaderente qualche minuto, fino a che non sono dorate. Lasciarne solo 5 grammi da parte per il decoro.
Metterle in un mixer a coltello o in un mortaio e renderle quasi polvere.
Aggiungere il pomodoro secco a piccoli pezzi, le acciughe, gli aromi e un pizzico di olio extravergine di cottura (o di acqua se si mangia subito e si vogliono usare meno grassi). Tritare per ottenere il pesto pomodori secchi e mandorle.
Cuocere normalmente la pasta. Fare gli ultimi due minuti di cottura su una padella con il pesto e un mestolo di acqua di cottura, in modo che le mandorle e la pasta formino una vera e propria crema legata. Far andare a fuoco basso e servire con una spolverata di mandorle tostate.