Petto di pollo alla birra

Avanza quel goccio di birra che con gli amici la sera prima non hai voglia di berti dopo il dolce. Apri il frigo e vedi il triste e asciutto petto di pollo che il giorno seguente sarà tuo, con l’insalatina (e una tazzina di caffè, ma senza spaghetti magari).

Che fare per farselo piacere e farlo diventare sfizioso? Inondarlo dell’alcol rimasto…per un petto di pollo alla birra. Ah, non tutte le birre sono uguali. Nella fattispecie, alcune rosse o create da diversi cereali, tendono a dare un sapore piuttosto amaro al pollo. Ho trovato fantastica la Pedavena.

Allo stesso modo, con una cottura decisamente più lunga si possono fare anche le cosce di pollo alla birra. Il pollo non deve mai restare crudo (rischio batterico elevato) ma non deve nemmeno arrivare a sfaldarsi. In genere cosce di pollo alla birra medie, vanno sui 30 minuti. Se il rischio è che tutta la carne si stacchi, si possono togliere e far addensare il sugo, prima di servirle.

petto di pollo alla birra

Petto di pollo alla birra

Petto di pollo alla birra

Ingredienti (per due persone)

1 petto di pollo
2 dl di birra Pedavena
10 g amido di mais, altrimenti detta maizena, oppure farina di riso
2 cucchiai di latte (con la panna viene anche meglio, ma bisogna dimezzare l’amido)
sale e pepe

Procedimento

Tagliare il pollo a piccoli pezzi. Mettere sul fondo della padella un filo d’olio, scaldarla e rosolare a fiamma viva i pezzettini di petto di pollo. Quando hanno assunto un bel colorito aranciato, aggiungere al petto di pollo la birra in modo che copra i tocchetti.

bocconcini di pollo alla birra

Abbassare il fuoco e continuare la cottura fino a che non sarà quasi completamente evaporata la birra. Aggiungere una spolverata di maizena o farina di riso, meglio se con il passino per non fare grumi. Saltare il petto di pollo alla birra e noterete che si addenserà.

petti di pollo alla birra

Aggiungere anche i due cucchiai di latte o panna e continuate a far andare il fornello con il petto di pollo alla birra. Si creerà un bel puccino che resterà attaccato alla carne, più denso e liscio di prima . Toglierlo dal fuoco e servire (calcolando che anche mentre sta al caldo evapora, quindi non aspettate che diventi secco).