Shortbread mango via Cavoletto

Variazione sul tema di una delle ricette a parer mio, più golose pubblicate dalla Foodblogger con la F maiuscola. Per la serie copio e me ne vanto, ma le intuizioni giuste vanno riconosciute, no?

Ho fatto solo una piccola variazione sul tema degli strawberry cream shortbread di Cavoletto: niente fragole, ma un esotico shortbread mango. Il risultato non delude, lo assicuro. Tanto che ieri sera ho rischiato di finirmene da sola una teglia (sono arrivata a buon punto a 3/4 poi ho deciso di scriverla, per smettere).

La traduzione di shortbread è fondamentalmente frollino. In realtà questi biscotti inglesi sono burrosi, hanno zucchero di canna e panna. Un impasto ricco un po’ diverso dai frollini cui siamo abituati con la classica pasta frolla.

Shortbread mango

Shortbread mango via Cavoletto

Shortbread mango via Cavoletto

Ingredienti (per due persone)

farina 00 | 170 g
zucchero di canna | 70 g
burro | 100 g
panna | 3 cucchiai
mango essiccato a pezzettini | 40 g
sale | qb

Procedimento

Mettere tutti gli ingredienti per gli shortbread mango nel robot dal cucina, per ultimi nell’ordine panna e i pezzettini di mango essiccato. Lasciar riposare l’impasto per mezz’ora, meglio di più, avendo il tempo a disposizione.

Si può pure anche farlo a mano non è un impasto duro, ma è sicuramente più veloce utilizzare un cutter o un’impastatrice.

Si possono ricavare dei cilindri e tranquillamente tagliare dei biscotti tondi o stendere gli shoortbread al mango spessi 1 cm o 2 cm e tagliarli rettangolari o a triangolo, bucandoli poi con la forchetta per non far prendere loro forme strane.

Con un po’ di calma si può stendere l’impasto fino a 7-8 mm  ricavandone le forme che più vi piacciono. In questo caso ho fatto delle “macine” o degli anelli.

Infornare a 150 gradi in forno preriscaldato per una ventina di minuti.