Spaghetti salmone senza panna

Quanta panna è stata versata sul salmone, sopratutto negli anni ’80.  Che pasta allappante e per nulla light, specie se per panna veniva intesa quella da cucina. Questi spaghetti salmone senza panna sono la versione della celebre ricetta leggera e gustosa ugualmente, ma che lascia la bocca libera di masticare e il palato un po’ meno unto. In pratica, al posto della panna con il salmone fresco, si mette un po’ di patata cotta con il rosmarino e un pizzico di latte. Sembra complessa la ricetta degli spaghetti salmone senza, ma vedrete leggendo qui sotto quanto veloce sia da fare. Specie se si avanza un po’ di purè e se si compera la tartare di salmone già tagliata e sta per scadere, come è successo a me.

Spaghetti salmone senza panna

Spaghetti salmone senza panna

Spaghetti salmone senza panna

Ingredienti  (per una persona)

salmone | 30 g
spaghetti | 70 g
patata lessa (pasta bianca) | 50 g
olio extravergine d’oliva | qb
rosmarino | 2-3 rametti
noce moscata | qb
sale e pepe | qb

Procedimento

Mettere a bollire l’acqua per la pasta.

Se non avete la patata già sbollentata, utilizzarla per lessare le patate pelate in piccoli pezzi (cubetti da 2 cm) partendo tranquillamente anche da acqua fredda. Anche se assorbirà più acqua è un metodo veloce e economico per non sporcare troppe padelle.

Passare la patata lessa con lo schiacciapatate per creare la salsa degli spaghetti salmone senza panna. Deve essere ben cotta per non fare grumi. Montarla con l’ausilio di una forchetta o una piccola frusta con un po’ di latte e olio. Salare e aggiungere un po’ di noce moscata e un rametto di rosmarino per aromatizzare.

Rosolare in una padella antiaderente calda con un pizzico di olio d’oliva il salmone, a piccoli pezzi per pochissimi minuti, non appena cambia colore spegnere.

Cuocere la pasta e utilizzare il calore della pentola per appoggiare sopra il piatto di portata e renderlo più caldo in modo da servire gli spaghetti salmone senza panna alla temperatura ideale.

Scaldare piano le patate con il latte e un pizzico d’acqua di cottura, se serve per dare la giusta consistenza (tende ad asciugare). Togliere il rametto di rosmarino. Utilizzare una parte della salsa per metterla sul fondo del piatto di portata e una parte per saltare la pasta una volta scolata.

Scaldare appena il salmone.

Servire gli spaghetti salmone senza panna, con una grattata di pepe, preferibilmente bianco, un filo d’olio crudo, meglio se fatto macerare qualche ora nel rosmarino e, per l’appunto, un rametto di rosmarino.