Tagliatelle con spugnole

Tagliatelle con spugnole…beh sì, sì, sì, è come sembra: questa è un’ottima pasta con i funghi freschi. In Francia Spagna sono ricercatissime e le chiamano murgoles, si trovano anche secche, in Italia, invece, le spugnole sono molto meno conosciute, ma ugualmente prelibate. In Francia invece si chiamano morilles, in italiano il nome ufficiale è morchella.

Tra l’altro sono l’unico fungo che sono riuscita a trovare anch’io in vita mia, pare siano amanti dei pioppi. E’ successo una volta sola, per il resto gli amici di famiglia appassionati “fungaioli” rimediano il mio pessimo fiuto. Le spugnole, sembrano in effetti delle spugne, molli e un po’ ciungose (così si scrive??), ma racchiudono un sapore di bosco meraviglioso. Si possono usare anche sulle uova strapazzate o in un risotto, ma la pasta trovo sia la morte loro, come si suol dire. Ecco, quindi, la ricetta per ottime tagliatelle con spugnole.

Tagliatelle con spugnole

Tagliatelle con spugnole


Tagliatelle con spugnole
Ingredienti (per due persone)

tagliatelle fresche | 140 g
prezzemolo | qb
spugnole | una decina
sale e pepe | qb
cipolla bianca | un quarto
olio extravergine d’oliva | qb
parmigiano reggiano | qb

Procedimento

Pulire le spugnole eliminando la parte finale più dura e raschiando la terra. Se sono particolarmente sporche (non gridate puristi dei funghi”) una passata veloce in una bacinella con acqua tiepida può agevolare. Tagliate a metà o in quarti la “spongarola” a seconda della grandezza per ottenere le tagliatelle con spugnole.

Su una padella antiaderente soffriggere la cipolla con dell’olio a fette sottilissime, fino a che non diventa trasparente. Versare i funghi e coprire. Far andare piano fino a cottura ultimata, se serve aggiungendo un filo d’acqua per non far attaccare. Ci vorranno una decina di minuti.

Intanto preparate l’acqua bollente calda dove tufferete le tagliatelle con spugnole e il prezzemolo per completare il piatto. Una volta pronte le tagliatelle, saltarle nel sugo aggiungendo se serve un po’ di olio e un pochino di acqua di cottura (tendono ad asciugarsi), oltre al prezzemolo fresco.