Torta salata al tarassaco

E’ un concentrato di uova, oltre che di vitamine e minerali, vista la presenza del tarassaco. Ottima per il pic nic di Pasquetta. Questa torta salata al tarassaco, ha una sola variante: invece della classica brisèe una frolla salata, più ricca di gusto e friabile. Se volete chiamarla diversamente è una brisèe con l’uovo.

Ah, se si vuole preparare il giorno prima è pure più buona. Si conserva in frigo. Per intiepidirla bastano 4 minuti a 100°C.

torta salata al tarassaco

Torta salata al tarassaco

Torta salata al tarassaco

Ingredienti (per una torta diametro 20 cm)

per la pasta frolla salata

farina | 200 g
uovo | 1
burro | 80 g
sale | qb

per il ripieno

uova | 3 grandi
panna fresca | 100 g
tarassaco | 500 g
scalogno | 2 piccoli
sale e pepe | qb
noce moscata | qb
olio extravergine d’oliva | 2 cucchiai
parmigiano reggiano |  50 g

Procedimento

Lavorare con le dita burro e farina, aggiungere l’uovo e un pizzico di sale. Lavorare l’impasto, se serve aggiungendo un pizzico di acqua fredda. Lasciare riposare la pasta avvolta da un velo di pellicola in frigo almeno mezz’ora.

Stendere la pasta tra due fogli di carta da forno, se serve aiutandosi con uno spolvero di farina. Imburrare e passare del pangrattato sulla teglia. Adagiare la base della torta salata al tarassaco. Metterci sopra un foglio di carta da forno stropicciato e bagnato. Ricoprire con riso o legumi per fare una cottura in bianco, senza che la pasta si sollevi.

Far cuocere a 160°C per 10 minuti. Togliere carta forno e riso o legumi e sostituirli con il ripieno. Cuocere per altri 25 minuti in forno ventilato. Far intiepidire su una gratella, prima di tagliare la torta salata al tarassaco con un coltello, rigorosamente da pane.

Per il ripieno della torta salata al tarassaco procedere come segue.

Tritare lo scalogno fine. Su una padella scaldare l’olio e rosolare pianissimo lo scalogno.

Pulire bene il tarassaco, sciacquandolo e mettendolo a bagno almeno 3 volte, per togliere la terra. Lasciare da parte le radici, ma non il bottone bianco, che è buono e che tiene unite le foglie del tarassaco.

Sbollentarlo per pochissimi minuti a vapore o in una pentola di acqua calda per togliere un po’ di amaro se il tarassaco non è piccolo. Altrimenti passare direttamente al prossimo paragrafo.

Tagliare il tarassaco in piccoli pezzi da 2-3 cm. Saltare con l’olio e lo scalogno lentamente, se possibile coprendo anche il composto con un coperchio fino a farlo appassire circa 10 minuti (o insaporire se precedentemente sbollentato, dimezzando i tempi). Salare e pepare. Far raffreddare.

Per completare il ripieno della torta al tarassaco lavorare le uova con una forchetta su una terrina, aggiungere la panna. Mettere il formaggio grattugiato, sale e pepe e noce moscata. Inglobare alla base del ripieno il tarassaco freddo.