Triglie impanate al mais

Ricettuncola rapida e gustossima queste triglie impanate al mais da cuocere in padella, al forno o proprio fritte. Certo, se si trovano i filetti di triglia già fatti ancora di più. Anche se si ha un pochino di pratica, infatti, mezz’oretta per ricavarli è necessaria. Tutta pazienza che verrà ricambiata da una cottura, in compenso, velocissima sia che si scelga il forno, sia che che siate più goduriosi di quanto sono stata io in foto, immergendo i filetti nell’olio bollente per la frittura, invece che in forno.

La parte dura per le triglie impanate al mais è davvero solo pulire le triglie, poi tutta discesa. Per facilitare un po’ il lavoro ho creato una piccola immagine che spero aiuti chi non ha mai sfilettato a farlo con facilità. Fare foto eloquenti in tal senso non mi è riuscito molto bene. Per fare i filetti l’unico trucco è proprio provarci, male che vada, il risultato andrà comunque benone per il sugo della pasta con un pizzico di pomodoro, al posto che per la ricetta delle triglie impanate.

Triglie impanate al mais

Triglie impanate al mais

Triglie impanate al mais

Ingredienti (per 2 persone)

triglie di scoglio | 6 (piccole da 15 cm circa di lunghezza)
faina di mais | 8 cucchiai
olio extra vergine d’oliva | qb
sale | qb

Procedimento

1. Squamare le triglie su tutta la superficie, in entrambi i lati, con la lama di un coltello o l’apposito attrezzo, partendo dalla coda verso la testa.

2. Eviscerare il pesce, praticando un taglio tra le due pinne che si trovano in basso. Togliere tutte le interiora con l’aiuto delle dita (e dei guanti!) e sciacquare con acqua corrente.

Sfilettare le triglie3. Sfilettare le triglie praticando un’incisione dalla pinna che si trova in alto fino alla coda, tenendosi appena sopra la pinne. Seguire con un coltello affilato le lische piano piano tenendo il coltello ben appoggiato verso il basso e aprire, come un libro, le triglie. Servirà dopo poco praticare un’incisione lungo la testa, dall’alto in basso, escludendo la pinna in mezzo, come indica in azzurro la figura. Infine, per sfilettare le triglie, servirà tagliare la coda. Va ripetuto lo stesso procedimento sull’altro lato per ottenere i filetti.

E’ finita la parte difficile. Basta versare su un piano di lavoro la farina di mais e passare i filetti di triglie impanate, una volta risciacquati per far aderire bene la panatura o, se si preferisce, per averle più croccanti nell’albume. Passare le triglie impanate con un filo d’olio su i due lati. Posarle su carta da forno con la parte senza pelle in alto e infilare la teglia con le triglie impanate in cottura a forno preriscaldato a 180°C per 7-8 minuti circa (dipende dalla grandezza del filetto, ma comunque sempre per pochi minuti). Prima di servirle croccanti e dorate ci sta un pizzico di sale fino, volendo. Per la cronaca si possono anche friggere in olio di semi o ripassare in padella queste triglie impanate.