Vitello impanato mandorle e pepe di Cayenna

Trattasi della classica braciola di vitello. Solo che non mi andava di mangiarla così com’era. E allora vai di vitello impanato. Dopo aver guardato in dispensa, ne è uscita una panatura molto croccante e appetitosa. Pochi ingredienti e un mixer. Questo quel che serve per riuscire a fare bene questa ricetta, davvero velocissima.

La stessa panatura si può usare su fettine di vitello o scaloppine di vitello, ma sta bene anche sulla carne di maiale o su un filetto. In tal caso vanno panati anche i lati che saranno alti e per tenere la forma della carne sarà necessario prima di fare il vitello impanato o altre carni, comunque, utilizzare uno spago da cucina intorno al filetto.

Vitello impanato con mandorle e pepe di Cayenna

Vitello impanato con mandorle e pepe di Cayenna

Vitello impanato con mandorle e pepe di Cayenna

Ingredienti (per una braciola)

salvia | 1 foglia
mandorle a scaglie | 15 g
pane raffermo | 15 g
parmigiano reggiano grattugiato  | 15 g
pepe di Cayenna  | 2 g
olio extravergine d’oliva | 2 cucchiai

Procedimento

Per un vitello impanato più saporito, tostare leggermente le mandorle a scaglie prima di procedere.

Tritare nel mixer tutti gli ingredienti per la panatura del vitello impanato. Passare sopra la carne con le dita dell’olio d’oliva. Mettere la panatura su un piatto e farla attaccare bene sui due lati.

Scaldare una padella antiaderente con un goccio d’olio. Cuocere la carne  a fiamma viva due-tre minuti per parte fino a doratura.  Tutto dipende anche da quanto alta è la carne, perché se supera i due centimetri è meglio finire la cottura in forno. Il vitello impanato, come il manzo, può restare rosa e risulterà più tenero, a patto che raggiunga i 60°C all’interno per evitare spiacevoli inconvenienti per la salute, mentre il maiale va cotto molto bene.

Il pepe di Cayenna rende speziato e un po’ picccante questo vitello. Meglio evitarlo se ci sono bambini e sostituire con un più delicato pepe bianco.