Burger di lupini in insalata

Burger di lupini in insalata è un piatto vegan. E che sarebbero sti lupini, vi starete chiedendo? La domanda già la so. Allora, il lupino è un legume. Ma non un legume qualsiasi perché è mooolto più proteico di un fagiolo, dei ceci o di una lenticchia.

Passo alla successiva: la bistecca di lupino dove si compra? Nei negozi di bio, dove è possibile trovare parte della specie umana che tra uno scaffale e l’altro sta, come me, due ore a controllare le etichette. Ecco è lì trovi i burger di lupini. Con il tempo, anche il nome è diventato più appetitoso.

Il prezzo è di solito piuttosto alto. Tipo 5 o 6 euro anche. Questo post è quindi un invito a comperare lupini a volontà per abbassarne il prezzo. No, sto scherzando! D

iciamo che sono pigra perché basterebbe ammollarli per tempo e, se si vuole fare in casa il burger, serve solo un frullatore e qualche spezia. I lupini hanno tempo di ammollo e cottura lunghi, oppure sono amari. Trovarli in salamoia, vuol dire spesso trovarli cotti, ma da dissalare. Quindi, trovarli pronti già in forma di burger è comodo, via.

Sono veramente buoni e un’alternativa al solito e noioso pollo. Temo anche più salutare, in effetti. Basta svuotare la busta e saltarli pochi minuti, condire l’insalata e via.

Se vuoi vedere altre ricette con i legumi dai un’occhiata a questo blog di cucina italiano oppure scarica un e-book a tema.

burger di lupini in insalata

Ricetta burger di lupini in insalata

Ingredienti

  • bistecca di lupino pronta o legumi secchi o in salamoia
  • rucola
  • sesamo/tahini/spezie/verdure avanzate
  • sale e pepe
  • olio extraergine d’oliva e aceto balsamico

Se avete i legumi secchi

Ammollateli tre notti in acqua e sale o bicarbonato. L’acqua va cambiata ogni giorno.

Cuoceteli in pentola a pressione poco salata per 20 minuti. Il tempo raddoppia con la normale pentola di acqua bollente. Togliete la pellicina.

Avete i lupini in salamoia?

Semplicemente scolateli, togliete la pellicina, come si fa anche con le fave. Ricordatevi di non aggiungere sale alla preparazione.

Come fare i burger di lupini in insalata

Fate tostare un po’ di semi di sesamo in un padellino e spezie e piacere. A me piace il curry.

Mettete in un mixer a coltello, tritateli una volta raffreddati, aggiungete un pizzico di olio, poi i legumi sgocciolati e sale e pepe. Tenete un po’ di acqua da parte per aggiustarne la consistenza. Oppure lasciate fuori quell’acqua per 48/72 ore coperta e usatela per il pane senza lievito.

Formate i burger di lupini e metteteli in padella calda antiaderente appena unta con olio extravergine d’oliva. Passateli su ambo i lati 3-4 minuti.

Lavate la rucola, conditela e quando sono pronti i burger di lupini, a pezzi mescolateli all’insalata. Ci sta bene qualunque contorno purché “verde”.

Avete avanzi di verdura in frigo?

Buoni anche quelli. Metteteli al posto delle spezie e dei semi di sesamo. Questi ultimi li potete usare per la panatura esterna.

Non servirà aggiungere acqua ai lupini per tritarli con il mixer, facilmente.