I canelé di Bordeaux

Quando li ho portati via dall’aeroporto, i canelé di Bordeaux, erano per me una specialità. Sì, perché avevo preso quelli di Pierre Mathieu, fino a quel momento. Poi, ho assaggiato quelli di una nota catena presente, per l’appunto, al gate e ho dovuto quasi sputare – giuro – il dolce.

Lo zolfo, la parte dentro molla e poco alveolata, la parte esterna dura e troppo caramellizzata. No schifo. Soprattutto, per la figura fatta coi conoscenti: toh, guarda ti ho portato un dolcetto buono dalla Francia. Facce inorridite ed imbarazzo.

Così ho deciso di replicare a casa. E ho provato diverse ricette. Poi a convinermi è stato Taste of Artistan, per la sua precisione e competenza in materia.

Adesso: per dirla tutta, tutta, tutta, ‘sto blog straniero direbbe che serve la cera d’api 40 g mescolata e 60 gi di burro per ungere gli stampi. Rigorosamente, fatti di rame. Io, che non sono una grande pasticcera o, forse, non ho una così grave dipendenza da canelè, ho usato lo stampo in silicone. Con una spennellata di burro, diventano comunque, molto buoni.

Il tempo di preparazione è breve, circa 20 minuti, ma serve un riposo lungo in frigo.

I canelé di Bordeaux

Ricetta canelé di Bordeaux

Ingredienti per fare a casa i canelé bordolesi per 18 mini stampi

  • bacca di vaniglia | 1 o 2 bacche (a seconda di quanto vi piace)
  • latte | 500 g
  • zucchero di canna | 200 g
  • farina | 100 g
  • burro sciolto | 50 g + un po’ per gli stampi
  • uova | 2
  • tuorli | 2
  • rum scuro | 4 cucchiai

Preparazione

Montare con la planetaria o con una frustra le uova e lo zucchero. Aggiungere anche il burro fuso, una volta che è arrivato a temperatura ambiente.

Aprire la bacca o le bacche di vaniglia in due per la lunghezza. Estrarre i semini e aggiungerli al latte in una pentola. Scaldare tutto, senza arrivare a bollore, dolcemente, e spegnere.

Aggiungere circa 125 g di latte caldo al composto di uova. Mettere la farina e man, mano, versare anche il latte restante. Aggiungere il rum e mescolare.

Lasciare riposare per almeno 24 ore in frigo, meglio 48.

Ricoprire gli stampini di burro fuso e raffreddarli.

Preriscaldare il forno a 250 gradi.

Mettere il mix per i canelé di Bordeaux preparato in precedenza negli stampini. Lasciare poco meno di 1 cm dal bordo, per evitare che in cottura trabordi.

Cuocere a 230 gradi per 10 minuti con forno statico, poi abbassaare a 180 per un’ora circa.

Far raffreddare i canelè di Bordeaux prima di toglierli dallo stampo e metterli su una grata perché perdano umidità.

E’ bene mangiarli subito, o entro il giorno successivo.

Per altri dolci,

.