Sovracosce di pollo con pomodorini e origano

Ahhh quando si dice che la bontà sta nella semplicità. Che poi, fa pure rima, cosa vuoi di più? Protagonisti di questa ricetta sono le sovracosce di pollo con i pomodorini ciliegino. Probabilmente con quelli che si trovano in inverno al supermercato non viene proprio una ricetta perfetta, ma ci sono ormai anche i ciliegino versione pelati, eventualmente. Se no bisogna aspettare l’estate o aver avuto l’accortezza di lavare e congelare i pomodorini dell’orto.

Ci sono, poi, tutte le varianti per le sovracosce di pollo in padella con patate (sbollentate a spicchi 5 minuti prima), con peperoni, meglio se spellati per la digestione, con funghi, con i piselli. Insomma, si può fare un sacco di sovracosce ricette partendo da questa idea in tutte le stagioni. Così si possono avere sovracosce di pollo ricette facili.

Sono una parte saporita e ricca di ciccia, ma anche di pelle. Ottima in cottura perché non servono in pratica altri grassi. Con le sovracosce di pollo ricette light sono buone e prive di grassi aggiunti, per non far salire ai massimi livelli il colesterolo. Certo se si cade nella tentazione di mangiare la pelle è un altro discorso. Fare le sovracosce di pollo in umido è la miglior maniera per far staccare la carne, senza disossarle. Tuttavia, questa ricetta si può fare anche al forno coprendo tutto con carta stagnola.

Anche per quanto riguarda l’origano, se volete un piatto dal gusto intenso, meglio trovare quello del Sud Italia, essiccato in rami, tutt’altra cosa di quello che si trova nei vasetti dei banchi al supermercato.

Sovracosce di pollo con pomodorini e origano
Le sovracosce di pollo padella in cottura

Sovracosce di pollo ricetta

Ingredienti per realizzare sovracosce di pollo arrosto in padella (per due persone)

sovracosce di pollo | 4
pomodorini | 100 g
vino bianco | 1 bicchiere
origano | un cucchiaino
sale e pepe | qb

Procedimento

Rosolare la carne mettendo su una padella antiaderente inizialmente la parte della pelle. Girare di tanto in tanto. Il pollo esternamente deve essere ben rosolato a media temperatura. Occhio a non aver fretta perché utilizzando solo il grasso del pollo non si raggiungono alte temperature ed è facile bruciare tutto.

Dopo circa 15 minuti di cottura, quando la carne inizia ad essere bruna, aggiungere un pizzico di sale (volendo, io non lo metto nemmeno, piuttosto uso un vino buono minerale) e poi un bicchiere di vino bianco. Proseguire per altrettanto tempo a fuoco basso, coprendo parzialmente con un coperchio. La carne in questa fase perderà un po’ del colore acquisito prima.

Girare, comunque di tanto in tanto il pollo, poi passato questo tempo togliere le cosce e metterle su un piatto. Far ridurre il “tocietto” della metà. L’intingolo deve diventare denso e un po’ gelatinoso. Mettere poi da parte anche questo.

Fatta eccezione per un paio di cucchiai e nella stessa padella saltare i pomodorini a fuoco piuttosto vivace fino a farli leggermente appassire. Rimettere la carne in pentola, il sugo ridotto e spolverare con pepe – possibilmente bianco – e origano. Cuocere ancora 5 minuti e servire le sovracosce di pollo con pomodorini calde.

Se vuoi altre ricette sfiziose con il pollo dai un’occhiata agli spiedini di petto con salsa di soia.