Spaghetti al limone senza panna cremosi

Mia zia non è una gran cuoca, si dice: eppure, questi spaghetti al limone senza panna cremosi me li ha insegnati lei. E sono degni di nota. In pratica, sono un’alternativa più gustosa della pasta in bianco.

Due cose bisogna avere in casa: spaghetti e limoni di prima qualità. Per lo spaghetto sceglietene uno ruvido alla vista, trafilato al bronzo. Ci sono un sacco di marche buone, ma io prediligo Rustichella D’Abruzzo, Gentile. Anche Rummo, che si trova pure al supermercato, non s’arrangia male. Vedete voi.

Poi, al capitlo limone. Sceglietelo non trattato se utilizzate la buccia come decorazione, come ho fatto io. Se è non trattato, è meglio che sia anche senza cera alimentare. Quella che lucida e unge un po’ i limoni per farli brillare sul banco frutta. In sunto, meglio un limone bruttino ma non trattato, che quello perfetto del supermercato.

Se vuoi vedere altre ricette di verdure dai un’occhiata alla categoria dedicata su questo blog. Se cerchi altre idee in cucina, invece, scarica un e-book a tema.

Spaghetti al limone senza panna cremosi

Dosi per 1 personaTempo 15m

Ingredienti

  • spaghetti | 70 g
  • limone | 1 piccolo non trattato
  • burro | 10 g
  • olio e.v.o. | 15 g
  • parmigiano reggiano grattuggiato 36 mesi | 15 g
  • pepe o peperoncino | qb
  • mandorle affumicate | 5 (opzionali, ci stanno bene anche i semi di papavero)

Istruzioni

Buttare la pasta in acqua calda bollente salata.

Lavare il limone. Grattugiare un po’ di buccia con una microplane. Tenere la scorza da parte per dopo. Spremere il limone.

Quindi, mettere il succo in padella antiaderente con l’olio, il burro, il pepe o il peproncino e un mestolo di acqua di cottura della pasta. Tritare le mandorle e metterle da parte, con la scorza del limone per decorare gli spaghetti al limone senza panna cremosi.

A questo punto, scolare la pasta a circa 2 minuti dal termine cottura. Risottarla nel sugo.

Consiglio di non utilizzare lo scolapasta

ma versarla con un mestolo forato nella pentola del sugo. L’acqua di cottura, infatti, può essere utile anche dopo, per aggiustare la consistenza della salsa.

Qui c’è un po’ di lavoro d’intuito. Non ci sono dosi e tempi che tengano. Tocca andare, insomma, ad occhio.

Quando il sugo tira, spegnere la pentola. Aspettare 20-30 secondi che la pasta non bolla più. Aggiungere il parmigiano e saltare la pasta o mescolarla. Se serve, aggiungere qualche cucchiaiata dell’acqua di cottura della pasta.

Attenzione al formaggio!

Se è troppo fresco (non stagonato) tenderà a formare delle palle di agglomerato, invece che un sugo liscio. Stessa cosa se la pentola è rovente.

Gli spaghetti al limone senza panna cremosi sono pronti per essere serviti. Per fare una presentazione simile a quella in foto utilizzate un mestolo dove arrotolare la pasta con delle pinze o un forchettone da cucina.

Servite, infine, completando con la scorza di limone e le mandorle tritate. O ciò che più vi aggrada.

Se ti è piaciuta questa pasta, prova anche il risotto al limone o la pasta con le verdure e limone.

Name
Comment
  • Anna
    Anna
    2020-04-18
    Google

    Buono ed originale

  • Serena
    Serena
    2020-04-18
    Google

    Super buona