Tartufi ai datteri e cacao

Aspettando il Natale, questi tartufi ai datteri e cacao sono perfetti. Fanno parte della categoria dolci vegani, dolci crudisti, dolci veloci. Anche light, se vogliamo, nel senso che non contengono zucchero, se non quello della frutta secca. Sì, i datteri di per loro un po’ di calorie ne hanno.

Come tutti i dolci si mangia con cautela. Anche perché le palline di datteri sono belle corpose. Sono la giusta alternativa a quelle classiche con i biscotti o con il mascarpone o ricotta. I tartufini fatti coi datteri oltretutto sono gluten free. Se avete avanzato a Natale altra frutta secca, con lo stesso procedimento potete farli con prugne, albicocche o altri frutti molli.

Se vuoi vedere altre ricette a base di dolci dai un’occhiata alla categoria dedicata su questo blog. Se cerchi altre idee in cucina, invece, scarica un e-book a tema.

tartufi ai datteri e cacao

Ricetta tartufi ai datteri e cacao

Dosi per 20 tartufiTempo 30 m

Ingredienti

  • datteri interi| 24 circa 360 g
  • mandorle o nocciole | 80 g
  • cacao in polvere non zuccherato | 25 g
  • olio di semi | 10-15 g
  • cocco disidratato, zuccherini colorati, ulteriore cacao o granella di frutta secca per la decorazione

Creare i tartufi vegan ai datteri e cacao

Togliere il nocciolo dai datteri.

Tostare le mandorle (o le nocciole) su una padella antiaderente per pochi minuti fino a doratura. Farle raffreddare, perché non facciano uscire il loro olio.

Per ottenete l’impasto delle tartufi ai datteri basta mettere tutti gli ingredienti in un mixer potente e affilato a coltello. Serve azionare per un paio di minuti con queste quantità, mentre se ne avete di più è bene suddividere l’impasto per evitare si surriscaldi. Con quanto ottenuto formare una ventina di palline.  

E’ possibile ricoprirle a piacere con cocco disidratato, zuccherini colorati, cacao o granella di frutta secca.  

Conservare le palline di datteri in luogo fresco e asciutto.

Preparare il dolce vegan in anticipo si può:

Le palline durano anche una settimana in frigo, ma vanno inserite prima della decorazione, perché non si inumidisca l’esterno.
Name
Comment
  • Serena
    Serena
    2020-04-18
    Google

    Super buona

  • Anna
    Anna
    2020-04-18
    Google

    Buono ed originale