Zuppa di topinambur e fagioli di Lamon

D’autunno e arriva nei banchi dell’ortofrutta il topinambur. E’ una radice rosata, bianca al suo interno, con un sapore che ricorda il carciofo e la consistenza di una patata. Per questo la crema che ne esce è vellutata e gradevole.

Insomma, si fa prima ad assaggiarlo per rendersi conto. Si può provare anche crudo. In frigo dura quasi un’eternità, quindi è un ottimo ingrediente per cene improvvisate.

Così è nata questa ricetta in effetti. Ai due ingredienti sono stati aggiunti semi i girasole tostati. Il topinambur è anche definito come girasole canadese. Poi, c’è anche un crostino sudtirolese, con semi di finocchio e farina di segale. Qui spazio alla fantasia comunque.

Se vuoi altre idee per zuppe, dai un’occhiata a questo blog di ricette, oppure scarica un e-book a tema.

Zuppa di topinambur e fagioli di Lamon

Ricetta zuppa di topinambur e fagioli di Lamon

Ingredienti

per due persone

tempo di pèreparazione 50 minuti (metà se usate la pentola a pressione)

  • 200 grammi di fagioli di Lamon (o altri borlotti con la buccia fine) surgelati
  • 100 grammi di topinambur
  • semi di girasole
  • crostini sudtirolesi
  • sale e pepe

Istruzioni per fare la zuppa di topinambur

Far bollire in una pentola alta dell’acqua. Versare sale e fagioli surgelati. Cuocere per 30 minuti. Se li avete secchi, naturalmente vanno prima ammollati per una notte o 8 ore almeno.

Pelare il topinambur e tagliarlo in piccoli pezzi da 3×3 cm circa. Versarli nella pentola.

L’acqua deve essere due dita più alta del composto. Cuore altri 15 minuti circa fino a che fagioli e topinambur non saranno morbidi. Intanto su una padella antiaderente tostare i semi di girasole. Non serve olio, molleranno da soli un po’ di unto. Frullare con il composto della zuppa, regolare di sale e pepe. Impiattare con i semi di girasole e guarnire con i crostini.