Come ti riciclo il calamaro

A voi non capita mai di avanzare qualcosa? A me sì, indipendentemente dal fatto che cucini per me o per altri. Sarà che la matematica non è il mio forte…gli avanzi, comunque, sono il principale stimolo per la creatività e anche un antidoto alla monotonia. Così ho resuscitato il giorno successivo i calamari con i pomodorini già cotti aggiungendo solo dei cubetti di zucchina rosolati in padella e un po’ di basilico fresco. Niente ricetta questa volta, solo un consiglio. Per non avere una pastasciutta slegata (lo è già abbastanza questo tipo di sugo), consiglio di scolare le penne un pochino prima della cottura perfetta e saltarle (si scuotendo il manico della padella prima avanti e poi in su, anche se le prime volte calcolate dose doppia 😉 ) assieme al sugo e un pochino di acqua di cottura. In questo modo l’amido rilasciato dalla pasta formerà come una sottile patina che si trasformerà in un buon puccino.