Gnocchi al tarassaco senza glutine

Gli gnocchi al tarassaco nascono dal semplice fatto che è avanzato il ripieno per una torta salata. Non hanno glutine: sono fatti con la farina di avena. Questo li rende un po’ più ruspanti, permettetemi il termine. La superficie di questi gnocchi al tarassaco, pertanto, non è perfettamente liscia.

Si possono fare anche senza lattosio, basta usare una ricotta senza lattosio, che ormai anche la GDO ha sugli scaffali. A me piace utilizzare latte di diverse specie: ogni tanto soia, riso, anche vaccino o di capra. E qui ho scelto una ricotta di capra. Giusto per variare un po’ l’alimentazione come gusto, anche se per elementi è molto simile a quella vaccina. Sostituibilissima, per l’appunto.

gnocchi al tarassaco

Ricetta gnocchi al tarassaco

Ingredienti gnocchi senza glutine

  • tarassaco lavato, bollito e strizzato | 100 g
  • ricotta di capra (o altra a piacimento)| 30 g
  • uovo | 1
  • farina di avena | 40-60 g
  • sale, pepe, noce moscata
  • burro, salvia, parmigiano reggiano per condimento (opzionali)

Procedimento

Mettere in un mixer a coltello tutti gli ingredienti e solo metà della farina di avena. Frullare velocemente a più riprese. A questo punto, verificare la consistenza degli gnocchi al tarassaco.

L’impasto, infatti, se preso con un cucchiaio dovrebbe restare compatto ed essere appiccicoso. Tuttavia, a seconda di quanto hai strizzato il tarassaco e della ricotta che stai usando le dosi potrebbero variare.

Preparare una pentola con acqua salata bollente. Bagnare un cucchiaio da tavola. Prendere con lo stesso un po’ di impasto e tuffarlo nell’acqua. Aspettare qualche minuto, scolare e assaggiare. Solo così sentirete esattamente la consistenza. E facendo una o più prove, si evita di fare figuracce al momento di servire in tavola.

Questi gnocchi sono buonissimi ripassati in padella, appena scolati in burro e salvia, ma anche con il pomodoro, se lo gradite.

Se vuoi altre ricette con il tarassaco, dai un’occhiata qui.