Torta con scarti centrifuga

L’influenza dà alla testa. E’ noto. Farsi 8000 centrifughe pensando di guarire prima anche. Ecco dove nasce la torta con scarti centrifuga. Appena lo stomaco ha cominciato a brontolare, la voglia di dolce è arrivata impellente. Te credo, dopo 2 giorni detox, o di dieta liquida, o che non c’avevo voglia di mangiare nulla: ditela come vi pare!

C’era anche ben poco in casa. Bandito il burro, bandita la farina, bandito lo spreco. E’ una torta senza glutine e senza grassi. C’è lo zucchero, almeno quello. Sì, mi sento molto in modalità Ecocucina. Invocando Lisa Casali mi sono imbattuta in una ricetta del Cucchiaio d’Argento online.

Dove con pochissime modifiche ho tratto le seguenti tortine. Goduriose, morbide, ricche di gusto. Non mi hanno fatto rimpiangere i dolci veri. Quindi, sono ottime per tirare su il morale nei tempi bui, recuperare le fibre perdute e per questo ve le ripropongo.

torta con scarti centrifuga esterno
Come si presenta all’esterno la torta con scarti centrifuga

Torta con scarti centrifuga

Ingredienti

Attenzione alle dosi!

Moltiplicare per il numero di uova gli ingredienti. Questo quantitativo va bene per circa 3 tortini 8 cm diametro, ne servono 6 per una tortiera da 24 cm. Ci vorranno circa 10 minuti di cottura in più.
  • uova | 1
  • residui di centrifuga | 60 g – nel mio caso mela, pera, carota, arancia
  • mandorle con la buccia | 35 g
  • zucchero |35 g
  • brandy o rum | 1 cucchiaio raso
  • scorza di agrumi grattugiata o candita o marmellata di agrumi | qb – nel mio caso 10 g di candito di cedro home made
  • sale | 1 pizzico
Procedimento
torta con scarti centrifuga interno
Come si presenta all’interno la torta on scarti centrifuga

Tritare finemente le mandorle con 5 g di zucchero con un cutter capiente. Aggiungere le scorze grattugiate di agrumi (o simili), l‘alcol e i residui della centrifuga.

Montare i restanti 30 g di zucchero, il pizzico di sale con il solo tuorlo fino a che non si ottiene una spuma giallo chiaro.

A parte, montare l’albume a neve ferma. Preriscaldare il forno a 200°C. Imburrare e infarinare gli stampi per la torta con gli scarti centrifuga.

Incorporare alla parte secca nel cutter prima il tuorlo con lo zucchero e solo successivamente – mescolando dall’alto verso il basso, il meno possibile – l’albume. E’ bene che questa fase sia veloce e il forno sia già pronto per avere un risultato soffice.

Cuocere i tortini a 180°C forno statico per 20 minuti circa.