Semi di zucca tostati

Per la serie non si butta via niente. Manco i semi di zucca, giusto i filamenti. Questa ricetta dei semi di zucca tostati e salati è abbastanza rapida, ma soprattutto è salubre, se paragonata alle classiche patatine fritte e coltivate poi chissà dove, che arrivano al tavolo quando si prende l’aperitivo al bar.

L’idea, mai dimenticata, risale a ben più qualche anno fa e a darmela la prima volta è stata un’amica (Velvet tango Elisa). Si rivela sempre azzeccata in questa stagione, per spizzicare qualcosa di sano, al posto del classico pane, del quale amo abbuffarmi, a scapito della linea, prima che venga pronto da mangiare o anche fuori casa.

I semi di zucca tostati e salati in una scatola di latta o in un barattolo di vetro un po’ come i biscotti resistono anche un paio di settimane tranquillamente.  Ma i semi di zucca tostati come si mangiano? Così come sono dopo averli preparati, temperatura ambiente.

Semi di zucca tostati

Semi di zucca tostati

Semi di zucca tostati

Ingredienti (per una ciottolina di semi)

semi di zucca | 100 g
acqua | 400 g
sale fino | qb

Procedimento

Aprire la zucca e con un cucchiaio scavarla. Lavare i semi di zucca e togliere i filamenti che li legano, se serve tenendoli in bagno una mezz’ora. Questo procedimento facilita proprio la separazione tra semi di zucca e tutto ciò che li avvolge.
Mettere su una teglia in forno o su una padella antiaderente i semi di zucca, l’acqua e tre bei pizzichi di sale fino (anche di più o meno, va a gusti).
Lasciare andare dapprima a fuoco vivo poi calando la fiamma. Per avere i semi di zucca tostati passarli a 150 gradi in forno per circa mezz’ora fino a che il liquido non evapora del tutto, lasciando un velo di sale intorno.

I semi di zucca tostati e salati si servono in accompagnamento all’aperitivo o come spuntino.