Pasta con sugo ai peperoni senza pomodoro

Le mezze maniche al farro con sugo ai peperoni senza pomodoro sono gustosisime. Parte della serie pastasciutta mon amour.

Con i peperoni forse non è light se si deve affrontare un pomeriggio di lavoro, ma non c’è niente a fare per me è appagante. In questa versione si incontra con il farro, cereale naturalmente più ricco di glutine, quindi di proteine, che aiuta a tenere la bilancia a bada per chi, come la sottoscritta, ha un perverso amore verso tutto ciò che è pane, pasta e dolci. 

Se volete vedere altre ricette con i peperoni date un’occhiata a questo blog di cucina oppure scaricate un e-book a tema.

Pasta con sugo ai peperoni senza pomodoro

Ricetta sugo ai peperoni senza pomodoro per pasta

Ingredienti

per una persona

tempo di preparazione 20 minuti

  • 80 grammi di mezzi rigatoni al farro (nel mio caso Latini)
  • 1 peperone piccolo e arancione
  • 1 goccio di latte
  • origano secco
  • olio etravergine d’oliva
  • sale e pepe

Istruzioni per fare le mezze maniche ai peperoni e origano cremose

Mettere a bollire l’acqua per la pasta.

Intanto mondare il peperone, togliere le parti bianche e i semi, fare piccoli quadratini e saltarlo in una padella antiaderente.

Appena sarà dorato, mettere una parte del peperone su un piatto. L’altra parte continuare a cuocerla ancora un po’ aggiungendo un pochino di acqua calda.

Non digerite il peperone? Fa sempre l’ascensore? Ecco come rendere il peperone digeribile

Provate i peperoni cornuti, hanno la buccia finissima. Oppure mettete la verdura in forno a 230°C lavata intera. Quando il peperone sarà ben abbrustolito, dopo circa 15 minuti, metterlo in un sacchetto di carta, tipo quello del pane. Farlo intiepidire 5-10 minuti e togliere, la pelle e i semi.

Salare l’acqua per la pasta e buttarla.

Togliere dal fuoco il peperone “sbollentato”, metterlo in un recipiente alto con un goccio di latte e frullarlo con il mixer ad immersione.

Versare il composto di nuovo sulla pentola dov’era e rimettere anche i quadratini di peperone lasciati da parte, salare e pepare.

Scolare la pasta, saltarla, quando il sugo “tira” ma è ancora un po’ acquoso, spegnere il fuoco e aggiungere del parmigiano gratuggiato. Saltare ancora e aggiungere anche l’origano. Servire il sugo con il filo d’olio extravergine d’oliva.